Milano Grand Hotel Duca di Mantova

Hotel a Sesto San Giovanni
mantova_home_06
mantova_home_02
mantova_home_05
mantova_home_01
mantova_home_04
mantova_home_03

Milano

Che la vostra visita a Milano sia per ragioni d’affari o di piacere, ci auguriamo che i dati raccolti di seguito, siano strumento utile a rendere piu’ semplice e gradevole il vostro viaggio.

Milano, originariamente abitata dai Celti è stata conquistata dai Romani nel 222 a.C. e sin da allora ha rappresentato un fiorente centro commerciale. La popolazione di Milano conta ora circa 2 milioni di persone e dista 300 Km da Firenze, 280 km da Venezia e 580 km dalla Capitale.

È situata al centro della Pianura Padana, attraversata dal Po, dal Ticino e dal fiume Adda. La posizione della città è contenuta nel suo stesso nome che affonda le sue radici nel Latino “Mediolanum” ossia “nel mezzo della piana”. Un viaggio di soli 30 minuti vi porterà nel distretto dei meravigliosi laghi di Como o Maggiore, mentre in circa due ore potrete visitare l’altrettanto incantevole Lago di Garda, le suggestive Alpi o tuffarvi nel blu del mar Ligure.

Amo la Storia, la Musica, l’Arte

L’Ultima Cena di Leonardo
www.cenacolovinciano.it

L’ ”Ultima Cena” di Leonardo nel Refettorio e la chiesa in cui è custodito, Santa Maria delle Grazie (opera del Bramante), sono simboli della Milano umanistica e rinascimentale. Emblemi, fra gli altri, di una nuova era nella storia dell’arte. Per visitare il Cenacolo è necessario prenotare con larghissimo anticipo. Questo si può fare anche online.
Come arrivare: MM1 da Sesto Rondo’, fermata: Conciliazione

Pinacoteca di Brera
www.amicidibrera.it

La Pinacoteca di Brera è collocata nell’omonimo palazzo, dove trovano sede anche altre istituzioni culturali, quali la Biblioteca, l’Osservatorio Astronomico, l’Orto Botanico, l’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere e l’Accademia di Belle Arti. La Pinacoteca di Brera è il principale museo d’arte di Milano, uno dei più importanti del mondo per le sue prestigiose raccolte di pittura antica e moderna. Visitando la Pinacoteca sarete catturati da questo luogo etereo e per questo “diverso” , i cui ritmi frenetici non si esauriscono mai. Qui tutto è vivo ma con uno stile che spesso solo l’Arte sa regalare. E non potrete sfuggire a uno dei ristorantini che si affacciano sulle stradine di una Milano dall’insolito sapore medioevale, oppure dagli improvvisati mercatini allestiti dagli artisti che propongono creazioni che spesso nascono proprio davanti ai vostri occhi.
Come arrivare: MM1 da Sesto Rondò, scendere a Cairoli, prendere l’autobus n. 61, scendere a Verdi-Dell’Orso. A 200 mt è il centro di Brera.

Il Duomo di Milano
www.duomomilano.it

Il simbolo di Milano, il cuore stesso della città, ha ben sei secoli di storia. La Fabbrica del Duomo, cioè la costruzione della grandiosa cattedrale, vide susseguirsi nel corso del tempo decine di architetti, scultori, artisti e migliaia di maestranze, tutti impegnati in un’impresa così gigantesca che ancora non si può dire che sia del tutto terminata. La Fabbrica del Duomo va avanti, se non altro per la continua necessità di restauri. La Madonnina, tanto amata da noi tutti, fa la sua comparsa sulla guglia più alta del Duomo nel 1774. E’ opera di Giuseppe Perego.
Come arrivare: MM1 da Sesto Rondò, scendere alla fermata Duomo

Il Castello Sforzesco
www.milanocastello.it

Il grande Castello, che insieme al Duomo sono oggi I monumenti più cari ai Milanesi, è stato per secoli protagonista di dolorose vicende, divenendo agli occhi dei cittadini un odioso simbolo del potere esercitato dai Signori di Milano o dai dominatori stranieri. Solamente nel Novecento ha assunto l’aspetto rassicurante di un luogo di cultura, destinato a custodire le testimonianze dell’arte lombarda. Il suo nome riporta al XV secolo, all’epoca di Francesco Sforza, che lo volle ricostruire a partire dal 1450, ma l’origine del Castello è più antica: sorse infatti per volere di Galeazzo II Visconti nella seconda metà del Trecento. Una scultura opera del genio di Michelangelo è custodita nelle sale del Castello Sforzesco: La Pietà Rondanini.
Come arrivare: MM1 da Sesto Rondò, scendere alla fermata Cairoli o Cadorna

Il Cimitero Monumentale
www.monumentale.net

Ben lontano dall’essere solamente un Cimitero, questo susseguirsi di opere d’arte ha fatto si’ che da tempo venga definito un “Museo a cielo aperto”. Fin dalla sua apertura il cimitero ha rappresentato per gli artisti un’ occasione straordinaria per misurarsi con un tema antico e solenne come quello funerario. Troviamo quindi presso il Cimitero Monumentale architetture significative dello” storicismo” e del periodo tardo eclettico con opere di Carlo Maciachini, Luca Beltrami e Gaetano Moretti; notevoli prove del liberty, ben rappresentato da Giuseppe Sommaruga, Ernesto Pirovano e Ulisse Stacchini; importanti esempi dell’architettura milanese tra le due guerre, oscillante tra il Novecento e il razionalismo, con opere di Paolo Mezzanotte, Piero Portaluppi, Giò Ponti, i BBPR, Luigi Figini, Gino Pollini.
Come arrivare: MM1 da Sesto Rondò fino a Loreto e poi MM2 (linea verde), fermata Garibaldi.

La Scala
www.teatroallascala.org

Opera del grande architetto neoclassico Giuseppe Piermarini, il Teatro venne inaugurato il 3 agosto 1778 con l’opera di Antonio Salieri, L’Europa riconosciuta, su libretto di Mattia Verazi. Il primo periodo della sua storia artistica è legato alla tradizione dell’opera buffa “napoletana”, i cui maggiori esponenti sono stati Giovanni Paisiello (1740-1816) e Domenico Cimarosa (1749-1801). Fra le numerose opere rappresentate, vanno ricordate La Frascatana (1780), Il barbiere di Siviglia (1786) e Nina, ossia pazza per amore (1804) di Paisiello, L’italiana in Londra (1780) e Il matrimonio segreto (1793) di Cimarosa. L’inaugurazione della stagione scaligera è da sempre il 7 di Dicembre, in concomitanza con la festività del Santo patrono della città, Sant’Ambrogio.
Come arrivare: MM1 da Sesto Rondo’, fermata: Duomo.

Amo lo Sport

Stadio San Siro
www.sansiro.net

Lo Stadio delle due grandi square calcistiche, acerrime rivali di sempre, AC Milan e Inter Milano.
Come arrivare: MM1 da Sesto Rondo’ alla fermata LOTTO. Si prosegue a piedi lungo viale Caprilli fino allo Stadio. In occasione delle partite di calcio esiste un servizio di navette dalle fermate di LOTTO e di LAMPUGNANO (parcheggio di interscambio) della linea MM1.

Stramilano
www.stramilano.it

Si corre sempre di domenica e sempre in Aprile.
Nata nel 1972, è la corsa non competitiva più famosa d’Italia e una fra le più celebri al mondo.Il percorso con la tradizionale partenza da Piazza del Duomo raggiunge l’Arena Civica, sfruttando gli ampi viali della città. Il tracciato è stato ridotto da 15 km a 12 km. La distanza dovrà essere coperta nel tempo massimo di cinque ore, con un ritmo quindi di tutto relax, da camminata rilassata.

Circuito di Monza
www.monzanet.it
www.formula1.com

Uno dei circuiti più famosi al mondo, a soli 6 km dal Grand Hotel Duca di Mantova. Ospita eventi sportivi legati alla velocità in ogni periodo dell’anno, che culminano con il Gran Premio di Formula Uno che si corre sempre nel mese di Settembre. Il nostro è uno degli alberghi preferiti da alcuni team che vi soggiornano ogni anno, sin dall’apertura.

La notte e’ il mio regno

Di tutto un po’
www.mymi.it

E’ difficile non trovare un luogo dove trascorrere ore allegre e spensierate a Milano. Da sempre considerata il centro della moda in Italia e nel mondo, Milano segna il passo anche nella vita notturna. Locali sempre all’avanguardia, clubs, discoteche, eventi sociali riempiono il calendario in ogni momento dell’anno.

Navigli
www.navigli.net

La realizzazione del primo tratto navigabile risale alla seconda metà del XII secolo quando si avviò la costruzione del Naviglio Grande. Grandi ingegneri misero mano al progetto e ancora oggi si può ammirare il geniale sistema di chiusure ideato da Leonardo Da Vinci. La magia di questi canali che si intersecano l’uno con l’altro, hanno dato origine al quartiere ticinese, dove le case hanno mantenuto un’architettura inalterata negli anni. Questa che era un tempo una zona popolare, animata da mercati e negozietti, ora è diventata una zona frequentata da artisti, modelli, gioventù e da tutti quelli che a Milano vengono per lavoro o anche solo per caso. Questo è accaduto perché l’atmosfera che si respira è unica; perché di fianco a locali di tendenza, a ristoranti, pizzerie e birrerie ci sono ancora le ultime botteghe artigianali; perché i cortili delle case risplendono spesso di colori accesi e perché, curiosando qua e là, si può certamente scorgere qualche pittore intento a dar vita alla sua opera d’arte.

Highlights

Gennaio
Saldi di fine stagione invernale.

Febbraio
Settimane della Moda femminile

Aprile
Salone Internazionale del Mobile, del complemento e dell’Illuminazione

Luglio
Dal 7 di luglio, saldi primavera/estate

Settembre
Gran Premio di Monza

Dicembre
Apertura della stagione scaligera